guerriera o cogliona?

Immagine

 

Si è molto parlato della campagna Enel #guerrieri trasformata nella geniale #coglioni. Io cogliona mi ci sono sentita spesso in fatto di energia. Energia mal spesa in: 

- riunioni. Qualcuno scrisse “vorrei che sulla mia tomba ci fosse scritto: meglio qui che in riunione”. Quel qualcuno probabilmente aveva lavorato nella mia agenzia.

- cercare di piacere a chi non piaccio. 

- farmi piacere chi non mi piace.

- farmi una prima impressione, non fidarmi di quella prima impressione, passare a una nuova valutazione, per poi ritornare alla prima impressione. Ogni anno, per esempio, concedo una possibilità di redenzione ai cachi e ogni anno mi maledico per averci provato ancora una volta. 

- andare dal parrucchiere, illudermi di poter cambiare look e svegliarmi la mattina dopo esattamente con la stessa pettinatura di sempre. 

- spiegare a mio padre l’uso del t9. 

- spiegare a mia madre cos’è un copy.

- spiegare a tutti che no, quella pubblicità figa della Cocacola non l’ho fatta io, che no, quella pubblicità figa della BMW non l’ho fatta io, che no, quella pubblicità figa della Evian non l’ho fatta io. 

- no, non mi chiamo Erica, mi chiamo Enrica. 

- forzare i tempi dei miei figli. Volerli far camminare prima, parlare prima, far la pipì nel gabinetto prima. 

- cercare di rimediare a un’incomprensione per iscritto.

- cercare scorciatoie. 

- scrivere messaggi per la fine di una relazione. Messaggi che si chiudono con la formula “buona vita”. 

- trattenere una risata.

- trattenere un complimento.

- trattenere il pianto al cinema. 

Tra tutta questa energia sprecata da cogliona, c’è anche un’energia risparmiata da cogliona. E’ quella risparmiata spegnendo la luce a letto. E non parlo della luce soffusa per creare l’atmosfera, parlo proprio del sesso in galleria. In un tunnel di insicurezze… che magari lui si accorge che ho la cellulite, che magari lui si accorge che scopando mi trasformo in uno sharpei. Quell’energia basterebbe e avanzerebbe per illuminare la prossima edizione della Fête des lumières di Lione. E Cari Lionesi, godetevi la vostra festa quest’anno, che dal prossimo vi lascio al buio. 

 

About these ads
Standard

43 thoughts on “guerriera o cogliona?

  1. Nemmeno io so cosa minchia sia una copy, pero’ sono sicuro che non sei te quella della campagna #ENEL.
    Che poi a me lo sharp m’ha sempre disturbato parecchio, anche ora che si chiama hash, sara’ perche’ i diesis con la chitarra non li ho mai beccati?

  2. irene says:

    prova a frullare i cachi, poi ci metti dentro pezzi di cioccolato e amaretti… è un po’ come se accendessi le luci soffuse, magari funziona!

  3. tutte le tue energie mal spese sono ( o sono state) le mie. ci aggiungerei quella *per essere all’altezza della situazione*; per una gnappa come me, un suicidio annunciato. ogni santissima volta. p.s. devi provare i cachi-ragno.

      • per l’amor del cielo, niente scuse. portano via un sacco energia (soprattutto se non c’è motivo di scusarsi). chiamasi caco-ragno una particolare qualità di codesti frutti, lo riconosci perchè ha una specie di ragnatela disegnata sulla buccia. ma, a te, del caco, cosa non piace? parliamone ;)

  4. cavallogolooso says:

    se sei quella nella foto puoi anche accendere la luce e rendere felici entrambi , e comunque non mi sembri tanto cogliona ;)

    non so perché ad un certo punto augurare buona vita sia diventato brutto. Un po’ come quando qualcuno ha deciso che dire “buon appetito” non era più educato. Mi è venuta la forte tentazione di dire “ah. Allora vaffanculo a tutti!” con sorriso a 32 denti

    Io comunque quella dell’enel la troverei splendida… se NON fosse dell’enel. Il finale va tagliato e allora è uno spot al lavoro di squadra, alla nazione, alla fatica condivisa … ma invece ci ricorda che siamo una manica di stronzi e che loro, come del resto unicredit che mi fa incazzare allo stesso modo, fanno appello ai nostri sentimenti più delicati per venderci cose che comunque ci sono essenziali… quindi che vadano tutti affanculo: trovo più simpatici quelli che mi dicono che hanno trovato modi più efficienti di fare il loro lavoro e che quindi devo pagare un po’ meno.

    Comunque se sei quella della foto, credo che lui vorrebbe vederti. Ma forse va bene così :)

    tanto siamo guerrieri

    • grazie! sì sono la cogliona della foto… lo spot dell’enel è di un’ipocrisia e una retorica unica proprio perché è dell’Enel come dici tu. la questione della “buona vita” è un’espressione che fa ridere perché quando ti lasci non è che proprio speri il meglio per l’altra persona. A meno che tu non sia Madre Teresa. Un abbraccio

  5. ah, il magico mondo delle terminologie pubblicitarie…
    comprendo bene; io sono visualizer e vallo a spiegare a mia madre, insieme a come si leggono gli sms e al fatto che a mezzanotte sono sempre a lavorare per le solite urgenze (come adesso).
    bel post, mi ci ritrovo in tanto, quasi tutto, coglionaggine compresa
    un abbraccio e grazie, mi strappi sempre un sorriso e una riflessione:)

  6. Mia mamma si è fatta coglionare da quelli del negozio di telefonia e adesso ha un Galaxy S4 che non sa usare.
    Ogni giorno le mostro una nuova funzione.
    Per ora ci gioca a Pet Crush Saga e manda faccine su Whatsapp a destra e a manca.

  7. I cachi sono come gli uomini se vogliono una seconda possibilità devono aver dimostrato di meritarsela altrimenti niet! :D
    E’ un po’ che ti leggo senza commentare e ti volevo dire che mi piace molto come scrivi. :)

  8. Ogni tuo post è geniale! Questo è nei top, veramente!! ehehe. Soprattutto per la prima santissima riga:

    riunioni. Qualcuno scrisse “vorrei che sulla mia tomba ci fosse scritto: meglio qui che in riunione”. Quel qualcuno probabilmente aveva lavorato nella mia agenzia.

    Non so perché ma le riunioni sono fonti di inutilità. Sono la perdita di tempo, forze, fiato peggiore nel mondo. Entro in una riunione carico ed esco svilito. Per questioni lavorative, i copy hanno un’influenza sulla mia vita… devastante… anche in via indiretta… ma ce l’hanno!
    Se dovessi essere in “Mad Man”… sarei Pete Campbell – il commerciale dell’Agenzia.
    Sparatemi.

  9. Sara says:

    un post da applausi. Mi ritrovo in molte cose ma soprattutto nel “farmi una prima impressione, non fidarmi di quella prima impressione, passare a una nuova valutazione, per poi ritornare alla prima impressione.”
    Oh, allora non sono l’unica a sprecare energie così? :)

  10. Giovanna says:

    uffa.
    entro a pie’ pari nel blog (che conosco da poco e mi piace un sacco) e invece di dire la mia sulle #coglione – e ne avrei da dire, ohhh se ne avrei! – mi metto a parlare di #cachi?
    e sia… come Chiara Bee ti chiedo: cosa c’è che non va nel caco? io al solo leggere la parola ho il piloro che inizia a farmi salivare… adoro la loro dolcezza un po’ scivolosa, il loro colore brillante, la buccia setosa… mmmmm
    comunque complimenti, sei simpatica e divertente, e condividiamo qualcosa io e te, tipo un abbandono con bimbi piccolissimi al seguito!
    ma questo fa di noi delle #guerriere, non trovi?

    • trovo trovo! e ti ringrazio giovanna… un po’ meno per avermi fatto venire voglia di vomitare con la descrizione del caco setoso. ahahahah ti abbraccio e spero mi seguirai!

  11. adorabile, per me in particolare sopratttto la chiosa lionnese, che quest’anno che abito a 1600 km non potro’ andarci e negli ltimi 5 che era a due ore da casa quel weekend li non ci si andava perche’ c’eran sempre ospiti o p era via per lavoro

  12. io sono un account e oltre al disagio sociale che comporta esserlo non sono mai riuscita a spiegarlo a mia madre, mio padre non ci prova nemmeno e crede che faccio le pubblicità (come attrice). ho lo stesso rapporto col parrucchiere e il cambio di look e leggerti mi fa sorridere consapevolmente!grazie e complimenti

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s