Ti amo… ti olio.

La ruota che cigola di più si è sempre beccata tutto l’olio. Nella mia famiglia, in amore, sul lavoro. Io ho sempre cigolato poco, un po’ per un orgoglio talmente monumentale da essere protetto dal FAI, un po’ perché quando comincio a lagnarmi mi imbarazzo. Non riesco a farlo al bar nemmeno se trovo un tappo del lavello nell’insalata (chi mi conosce sa che è accaduto davvero), figurati se posso farlo con chi amo. Ma se per strada vi capita di incrociare una donna sudata che spinge un passeggino vuoto, con una bimba urlante in braccio, untreenne tutt’occhi attaccato a una gamba, una borsa della spesa a tracolla e le chiavi di casa in bocca, mentre biascica “diamo la caccia al bruco” scodinzolando con il sedere… beh, dategli un’oliata. 

Standard

One thought on “Ti amo… ti olio.

  1. Ahahahahha! Verrò a Torino solo per cercarti, vederti, e … oliarti! (Perchè sei a Torino, vero?) Mi aggiro a volte per altre strade in modalità simile. io ogni tanto cigolo pure, ma poi mi vergogno e se qualcuno si offre di dare un’oliata mi schernisco. Va tutto a gonfie vele. Un po’ schizoide, lo ammetto.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s