la settima arte + 1 secondo lorenzo

Ho portato Lorenzo al cinema. Mi hanno detto che è troppo presto, a tre anni i bimbi non sono ancora pronti per vedere un intero film in silenzio. Balle. Si sono spente le luci, lui si è accoccolato al mio fianco, ha allacciato le cinture e assunto la sua espressione catatonica delle grandi occasioni. Un’ora e un quarto di Cattivissimo Me 2, muto come un pesce. Poi si sono riaccese le luci, mi ha guardato e ha detto: “Non mi pace Cattivissimo mad 2”. Caso chiuso. Questo succedeva domenica 27 ottobre. 

 
Domenica 3 novembre. Lorenzo si sveglia e come un muezzin ripete in loop: “voglio andale a vedele Cattivissimo mad 3”. Per le prime 600 volte cerco di spiegargli che il 3 non è ancora uscito, bisognerà aspettare almeno un anno per un nuovo episodio. Non c’è verso, è determinato: “voglio andale a vedele Cattivissimo Mad 3”. E allora cedo e ok, oggi pomeriggio andiamo a vedere Cattivissimo me 2 bis. 
 
Alle 15.30 inizia il grande déjà vu. Si accoccola al mio fianco, allaccia le cinture, assume la sua espressione catatonica delle grandi occasioni. Prima della sigla mi guarda e mi chiede conferma: “E’ il 3 vero?”. Non vacillo: “Certo amore”. Un’ora e un quarto di Cattivissimo Me 2 bis, muto come un pesce. Poi si accendono le luci, lui mi guarda e dice: “Mi piace da molile Cattivissimo mad 3”. 
 
Resta qualche domanda e qualche certezza. 
 
 
1. Credo che ci sia un modo più semplice per insegnare a Lorenzo a contare. 
2. Cattivissimo non bastava? doveva essere anche mad? 
3. Perché Lorenzo parla inglese meglio di mad?
4. Perché alcuni Minions hanno due occhi e altri uno solo? 
5. Domenica prossima Cattivissimo me 4 tocca a suo padre. 
 
Immagine
 
I minions ciclopi evidentemente ghettizzati dai minions normovedenti. 
Standard

38 thoughts on “la settima arte + 1 secondo lorenzo

  1. non so se mi hai fatto ridere più tu o lorenzo.
    non ti offendere, ma credo lorenzo.
    noi la sera di halloween abbiamo proposto ai pupi la visione di nightmare before Christmas.
    il piccolo (18 mesi e una spanna) si è addormentato a mezz’ora dalla fine.
    la treeene se l’è guardato tutto, con lo stesso identico sguardo catatonico che racconti tu, e alla fine ha detto ” non mi è piaciuto, non mi piacciono i mostri”
    Il giorno dopo girava per casa cantando “…ora tu se lo vuoi canta la ballataa della zucca con noi…”
    valli a capi’ ‘sti regazzetti!

  2. I bambini vedono oltre,infatti dopo una attenta analisi, cattivissimo è veramente mad!
    Per il resto io mi ammazzerei dal ridere coi tuoi figli già lo so!

  3. chics says:

    la prima volta che ho portato la mia bimba al cinema ero lo scorso anno, ed era anch’essa treenne. Il film (molto poetico) Ernest e Celestine. Uscendo, lei mi ha raccontato un’incredibile storia, con vari protagonisti ed incredibili interpretazioni, mi ha fatto pensare che lei di film ne avesse visto un altro. (bello bello il tuo blog) chics

  4. Tadomika says:

    Son dovuto uscire da Galline in Fuga. Ma il tempo mi ha dato ragione, se oggi la secondogenita cita a memoria il monologo di Roy e si fa domande sul significato dell’unicorno. Non che non guardino X-Factor, ma riesco a farmene una ragione…

    Sin da piccole si sono abituate a guardare film, piuttosto che televisione (che, un po’ stupite, definivano “Non il disco, la televisione, quella che viene da sola!”). Alla fin fine anche queste cose hanno importanza, sul lungo periodo.

    Interessante la teoria della possibile superiorità sociale dei Due-Occhi rispetto agli altri. Avrebbe un senso comunque. Bisognerebbe sapere se esiste una religione e un dio dei Minions, e come lo rappresentano. Se -come è probabile- lo identificano in Gru, non v’è dubbio che i Due-Occhi si percepiscano come “i migliori”.

    Socio-antropologia dei Minions… Più interessante di quella dei Puffi, comunque.

  5. Sono piegato come una sdraio. Io non sarei riuscito a mentire così spudoratamente.
    Ti dò un consiglio.
    E’ moderatamente illegale, ma ti fa risparmiare una barcata di soldi.
    Lo STREAMING.
    Cattivissimo me 2 l’ho visto al Cinema. Le ripetizioni tutte rigorosamente sul divano, pop corn presi all’Esselunga e coca.
    Risparmi un casino.
    A me il 10% grazie.
    Se vuoi i siti non li scrivo qui.
    OBAMA CI ASCOLTAAAAAA
    (Yes We Scan)

  6. verdemela says:

    vorrei averne tre io di occhi pensa te, che due non mi bastano e non capisco mai nulla. ma ci sono ancora le bimbette? io non l’ho ancora visto bisogna provvedere

  7. A me non spaventa più di tanto l’idea di portare un treenne al cinema. Mi spaventa di più doverne portare 2 più una quattrenne. Perché nemmeno a casa riescono a mettersi d’accordo su cosa guardare, io me li immagino in sala a mettersi a litigare perché il film è blutto e vogliono vedere Spiderman (Rapunzel, Biancaneve, Ribelle…)

    • Raffaella! grazie… volevo solo chiarire che Rossella Boriosi ha detto (bontà sua) brava e magra, “bella” non ce l’ha fatta a scriverlo. La cellulite non ce l’ho, ma in compenso sono perseguitata dai peli, ho un nasone da qui a lì e sono single con due figli piccoli. Mi sono successe tante cose sgradevoli e sgradevoli è un eufemismo pari a definire il mio profilo “greco”. magari un giorno te ne parlerò. Io se mi guardo non mi invidio (tranne quando guardo Marta e Lorenzo). Ma quello che hai scritto è davvero molto bello. grazie

      • Franz says:

        Brutta, con nasone, magra, e pelosa… mi sa che sono io. Differenze: figlia solo una. Ora non più single. E devo sottolineare che lui mi chiama sorridendo “la mia morosa pelosa” e poi si sganascia.

  8. (spero di aver linkato giusto, non lo trovo da nessun’altra parte: bellissimo corto che ha per protagonista un Minion in cerca d’affetto, l’ho adorato. Magari piace anche a Lorenzo!)

  9. A pasqua dovrebbe uscire Rio 2, e visto che Rio è uno dei film preferiti della Purulla ho pensato che potrebbe essere il giusto battesimo cinematografico.
    Il mio fu E.T., avevo due anni e mezzo e i miei raccontano che urlai come una matta, finché non mi portarono fuori.
    Dai tre anni in poi andammo tutte le domeniche al cinema, ed è tuttora una delle abitudini familiari che ricordo con più gioia.

    P.S. anche la Purulla ha tre anni. Posso prenotarti come consuocera?

  10. MASSIMOMAS says:

    Attenzione a portare i bimbi piccoli al cinema o a teatro.
    Nel tempo ci possono essere contro indicazioni.
    Io portai mio nipote cinqueenne a vedere un’opera teatrale d’avanguardia.
    Gli piacque moltissimo ma a tredici anni portò me e suo padre al cinema a vedere “2001 ODISSEA NELLO SPAZIO” alla sera costringendoci a restare ad assistere al dibattito post film (durata dibattito un’ora circa)

  11. mannaggia! la prossima volta ce lo porto io Lorenzo, posso? 🙂
    ludo non vuole più andare a vedere i cartoons e io rosico a non sapere nemmeno cosa sono i minions!!!
    aspetterò che crescano i figli delle mie amiche più gggiòvani…o lo affittero di nascosto…

  12. Geniale il post, geniale il piccoletto. Seguire i contorti pensieri dei nostri pargoli, quando ancora le regole ferree della logica non li hanno completamente plasmati, era una cosa divertente ed impegnativa. Mi ricordo ad esempio mia figlia, (forse era un po’ più grande di 3 anni) che per un paio d’anni di seguito voleva “catturare” la befana: “mettiamogli il sonnifero nella tazza del latte” (voi pure lasciate latte e biscotti per la befana, giusto?), “nascondiamo una rete sopra la finestra”…era proprio andata in fissa!

    • la befana da noi è un feticcio da discount, il nostro grande protagonista è babbo natale. Di cui lorenzo ha paura… fai te. grazie perché mi leggi e scrivi qui sotto! un abbraccio

  13. cavallogolooso says:

    ahahah ti facevo più fantasiosa… menzogna per menzogna potevi portarlo a vedere l’UNO e dirgli che era il 3 😀

      • cavallogolooso says:

        ahahaha 😀 che contorsioni! 🙂 se avete il DVD del primo, però, non puoi non fargli vedere i 3 mini-film! 🙂

  14. Dana says:

    Da FFF, ti segnalo un tot di sguardi esilaranti da parte degli adulti presenti il sala, quando vado a vedere un film d’animazione. Passano dal rimprovero “non sei un po’ grande per veder ste cose?” all’invidia “tu vieni per scelta, io sono stato costretto, per sopravvivenza”

  15. principessadellospaziobitorzolo says:

    Ribadisco:adoro te, come scrivi e le avventure della tua famiglia. Ho un ragazzo e un nipote che si chiamano Lorenzo ed entrambi vivono in un mondo tutto loro e hanno un loro modo particolare di pensare e rapportarsi col mondo! Inizio a pensare che sia una prerogativa di chi ha quel nome! 🙂

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s