prossima fermata

Lorenzo ama i tram, le metropolitane, i treni e tutte le cose che vanno su binari. Sarà che i bimbi hanno bisogno di binari per poter deragliare di tanto in tanto, ma questa è un’altra storia. Noi il tram lo prendiamo spesso e volentieri, io più spesso che volentieri, lui più volentieri che spesso. Ama scegliersi un posto vicino al finestrino, guardare fuori, indovinare le strade e fare eco alla voce meccanica che annuncia le fermate. “Prossima fermata Vittorio Emanuele” lui ridacchia e anticipa la versione inglese “next stop Vittorio Emanuele” ovvero “Nettop Vittoio Emanuele”.
 
Così di nettop in nettop raggiungiamo la nostra meta che, domenica scorsa, era il cinema.
Noi siamo lì, mano nella mano, seduti, cerco di stanarlo dal torpore da mezzo pubblico e lo avviso che la prossima fermata è la nostra. Lui mi guarda, mi sorride e dice: “nettop: felicità”.
 

E io come glielo spiego che no, la felicità non è nella prossima fermata. La felicità è qui, nella sua manina abbandonata nella mia, tra noi due, vicini e paralleli.

Immagine

Standard

58 thoughts on “prossima fermata

  1. Barbara says:

    Mi hai commosso, hai proprio ragione. Quella manina calda e paffutella è un balsamo per l’anima. Tenetevi per mano tutta la vita. Un abbraccio affettuoso da chi ti legge sempre con stupore.

  2. LadyKaiura says:

    Nettop: Cattivissimo mad 47. Comunque, Lorenzo ha il copywriting nel DNA. Oppure diventerà il protagonista della versione reale di Calvin et Hobbes 🙂

  3. ma …siete andati a vedere cattivissimo me QUATTRO (ribloggato dal 3 ripetuto dal 2)? 🙂
    (io penso che il rapporto madre-figlio sia come un gomitolo di cachemere. Ed è molto diverso da quello madre-figlia, che è un gomitolo ma di quella lana bouchlè un pò nodosa. Che metafora signora mia. Sapessi almeno tenere i ferri in mano!)

  4. Raffa says:

    Meraviglia!! Anzi: meravigliosa verità.
    Unico rammarico: poi crescono e non paiono nemmeno più gli stessi puffi, quelli che ti regalavano momenti di purissima gioia. Anzi, ti viene un po’ il sospetto che un mattino tu abbia mandato a scuola una persona e che gli alieni l’abbiano sostituito lasciandone solo il baccello esterno, come nell’Invasione degli ultracorpi.
    Sigh.
    Mamme di figli piccoli, godetevi ogni singolo istante.
    L’adolescenza è dietro l’angolo, appostata.

  5. francesca says:

    Il fanciullo ha ragione su molte cose, tra le quali amare la metropolitana, la vostra, con il finestrino davanti che si vedono i binari, che appena l’ho vista ho mollato mia figlia a sua zia e sono corsa a appiccicare il naso e le mani al vetro con espressione “oddio ma è un sogno che si avvera, vedo i binari che filano, ooooohhh..”. poi un bimbo mi ha fatto notare -“signora, quello è un posto riservato a noi bambini”
    -“si tesoro, mi sposto subito” ho risposto con gli occhietti a fessura.
    MICA era il TUO vero???

  6. DANIELE says:

    Io ho un’età (25 anni) in cui mi sento più figlio che (ipotetico) “padre”.
    (Forse ancora per poco?)

    Ovviamente i rapporti cambiano e soprattutto i modi per dichiararsi l’amore reciproco si evolvono, forse sarà la nostra manona che sosterrà la vostra manina e saremo noi ad accompagnarvi nei luoghi che vi faranno sentire felici, come bambini.
    Ma, care mamme, non preoccupatevi!
    La felicità sarà sempre essere vicini e paralleli!

    Cara Enrica, grazie.

  7. E vabbè, così non vale! arrivi tu, bella bella, da Torino, coi tuoi post che sono una boccata d’aria fresca…e noi blogger normali che si fa? Si va in pensione anticipata? E il mio blog fighetto dove lo metto? in soffitta? dai, butta qua e là almeno un congiuntivo sbagliato, un post noioso o scritto una volta ogni morte di papa (come i miei), dimostrami che dopotutto sei un essere umano. 🙂 . Love. Emme

  8. che bisogno c’è di spiegarglielo? Quando sara’ grande lo capirà da solo nel momento in cui si ricorderà.. cmq questo è il dono + grande dell’avere un figlio, raccogliere questi attimi preziosi piu’ dei diamanti. Mi scopro mille volte a guardare mia figlia a bocca aperta col desiderio di poter fermare l’attimo… #puroamore

  9. Raffa says:

    Baby sei talmente “piccina” che è quasi una sofferenza leggere le tue parole.
    La felicità ti aspetta alla prossima fermata. Che tu lo creda o meno. Devi soltanto aprire gli occhi e cercarla.

  10. Anche se sono mamma ho letto quello che hai scritto da figlia, mi hai fatto venire in mente quando mia mamma mi ha fatto fare un viaggio sul tram da capolinea a capolinea perché non ci ero mai salita. E’ uno dei ricordi più belli che ho.

  11. No no no no no poi succede che ti regala per il compleanno la crema al collagene. No no no no. Ti regalo io un set di pinzette e uno stancil per il tatuaggio della farfalla. Con tutto il rispetto eh. Ci mancherebbe.

  12. Quella manina tutta calda che ti prende per mano è quella che ti fa camminare a qualche cm da terra tanto da sentirti leggera e fiera di pavoneggiarti al mondo Oh questa qui è la mia piccola, guardate un pó!
    E quando ho la fortuna di incrociare una vetrina butto un occhio furtivo e me lo dico da sola Oh questa qui è la mia piccola…e i cm sotto i piedi aumentano e chi torna più giù!

  13. Solare says:

    …fossi in te una chance a daniele la darei, tra me e il mio compagno ci sono 8 anni di differenza e ti assicuro che spesso il piu’ maturo e’ lui…comunque bellissimo il tuo giro in tram con il tuo adorabile cucciolo!
    Quasi quasi vien voglia di farne uno ma uguale, uguale al tuo e poiche’ non sara’ mai continuo a leggere con piacere e coccolo il mio toy boy che tanto toy non e’ ma cosi e’ piu’ divertente pensarlo!

  14. Se porti Lorenzo a fare un po’ di nettop-nettop sul tram di cui hai messo la foto in fondo al blog, sarà un bambino felice: se non sbaglio è Lisbona, dove quei minuscoli cosi si inerpicano per i saliscendi della città a una velocità folle.
    Un bacio!

  15. Pingback: Il meglio della settimana: prima volta! | Ma la notte no!

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s