13 regole per giocare con i bambini

Immagine

1. totale assenza di pudore. Rilasciate la mandibola, vocalizzate, seguite tutti i passaggi del metodo Stanislavski e la parte del genitore minchione sarà vostra.

2. il pongo con cui preferiscono giocare è la vostra volontà. Per cui dite sì, l’obiezione non è un’opzione.

3. si gioca, non si scherza. Lasciate fuori dalla porta il sarcasmo. Se di fronte a una camera molto incasinata direte: “ma sì, buttiamo tutto in aria” con tono ironico, non vi lamentate se vostro figlio si trasformerà nell’uragano Katrina.

4. non fatela fuori dal vaso. La fantasia è appannaggio loro, quindi tenete a bada l’entusiasmo. Se cavalcherete la vostra scopa Pippo fingendovi un cowboy sarà la volta che vostro figlio vi guarderà indignato dicendo “ma mamma, non si pulisce così pel tella!”.

5. non si può conversare con l’amico immaginario di vostro figlio, a meno che siano avvenute le presentazioni e siate già stati seduti intorno allo stesso tavolino dell’Ikea per un tè.

6. al gioco del facciamo finta voi impersonerete sempre il personaggio più merdoso.

7. accogliete la religione animista.

8. il gioco è bello quando dura poco è un concetto inconciliabile con la mente di un bambino. Il gioco è bello quando dura, è uguale a se stesso, invariato e prevedibile. Il gioco è bello quando ti fa due palle così. Ecco.

9. il loro gioco preferito siete voi. E i giochi vanno scassati, quindi preparatevi a soffrire.

10. non sottovalutate mai l’efficacia di un rutto. Il rutto intrattiene, diverte, non impegna, soprattutto nella versione rutto con frontino.

11. i bambini sono burocrati e legislatori. Seguite le loro regole per quanto assurde vi sembrino. Nascondino, per esempio, da me si gioca così: mamma dimmi fino a che numelo devo contale-devi contare fino a 10-ma no, devi dile 5! – ok, allora fino a cinque-lui conta fino a 3, io faccio per nascondermi-ma noooooo non devi nascondelti nella doccia, devi nascondelti nell’armadio-io mi nascondo nell’armadio-ma nooo così ti tlovo subito…

12. non abbiate paura. Le cose che a noi sembrano crudeli possono essere divertenti. Un mio caro amico decapitava la barbie con l’ascensore della casa di barbie. Non è detto che poi uno da grande debba fare le stesse cose. Per esempio il mio caro amico da grande non si è più occupato di ascensori.

13. per quanto il reparto ricerca e sviluppo 0-18 mesi della Fisher Price si impegni, nessun gioco potrà mai eguagliare una presa di corrente, la serratura di casa e gli orecchini rigorosamente appesi alle orecchie di mamma.

A me giocare con Lorenzo e Marta piace tantissimo. E loro mi ripagano onorandomi e glorificandomi. Ieri, per esempio, sono tornata a casa con una copia di TuStyle mostrando ai miei figli (non senza imbarazzo) questo articolo. Lorenzo si è illuminato, emozionatissimo ha portato la rivista a suo nonno e, con voce rotta, gli ha detto: “Gualda nonno, è incredibile, sul giolnale c’è il nostlo gatto, c’è Blanca!”. Ah, quella accanto a Blanca, la tipa con la faccia da che cosa ci faccio sdraiata sul pavimento con l’espressione di chi sta trattenendo uno starnuto, sono io.

1888518_10202826215597381_1313949759_n

p.s. scaricate il pdf delle regole qui http://burabacio.files.wordpress.com/2014/02/regole_giocare.pdf, faranno un figurone sulla porta della camera dei bimbi!

Advertisements
Standard

61 thoughts on “13 regole per giocare con i bambini

  1. Enrica, le mamme che giocano con i loro figli hanno sempre qualcosa in più. Non che si possa fare una classifica delle mamme (o sì?), ma io sono convinta che mia mamma sia la migliore del mondo anche per anni ha giocato con i suoi figli. L’altro giorno ridevamo pensando che quando andavo alle elementari le provava tutte per riuscire a svegliarmi facendomi ridere. La miglior prova di se stessa la dava quando faceva cantare alle mie bambole quella canzone che faceva “puttana puttana, puttana la maestra” elencando a ogni ritornello i nomi di tutte le mie maestre.

  2. colsennodibuoi says:

    È stupendo che tu giochi con i tuoi figli, nonostante il lavoro e gli impegni.
    Quando vedo i miei nipoti felici perché noi grandi giochiamo con loro, mi si scalda il cuore…loro imparano da noi, ma soprattutto noi impariamo da loro.

  3. Quando la Fisher Price riuscirà a riprodurre una pozzanghera da usare in casa avrà creato l’intrattenimento perfetto.
    Però non vale, perchè alle blogger fanno le fonto per le interviste ed invece ai maschi, al massimo, mettono il titolo del blog 😉
    (la risposta la so)

  4. sarah says:

    Verissimo! Soprattutto la n. 8. Da noi è in auge, da circa sei mesi, il gioco del negozio, dove noi, mio marito ed io, a turno, siamo i clienti. Il gioco consiste in 40 minuti ininterrotti di ” buongiorno, signora, cosa desidera?” ” vorrei un vestito rosa per la bambola” ” mi spiace, sono finiti.arrivederci.” “arrivederci”
    E via così, le uniche modifiche ammesse sono i colori dei vestito. Da suicidio! Ma lei si diverte un sacco!

  5. ingenuetà says:

    wow mi sembrava di aver riconosciuto quel gatto! ^_^
    Comunque la regola 10 può valere anche per risolvere una serata fra amici.
    E, volendo, anche per conquistare un moroso.

  6. Pingback: 13 regole per giocare con i bambini (Manifesto per Tiasmo) | burabacio

  7. Pingback: 13 regole per giocare con i bambini (Manifesto per Tiasmo) | Burabacio

  8. Ti metto il mi piace sulla fiducia perchè io amo sempre come scrivi, ma qui parli di BAMBINI e di GIOCARE con loro…. il mio tenpo massimo con i bambini è 15 minuti poi li rispedisco al mittente 😛

    (grande pezzo però come sempre)

  9. piperita says:

    mio figlio di quasi 8 anni ancora si diverte a preparami per finta il caffé, io devo chiedere “ma scotta?”, lui risponde no e io devo fare la scenetta che mi scotto da morire…. lo facciamo da quando ha due anni

  10. Io adoro quando mia figlia, nella sua attività preferita di sbattermi le mani sulla faccia come se suonasse i piatti in una banda , ad un certo punto guarda alle mie e spalle e sorride allungando la mano e dicendo: “Appà, appà”.
    E io, che so bene di essere sola in casa, penso ogni volta: “Eccallà, è entrato un ladro”.
    Giocare con i bambini: quante emozioni!
    😛

  11. Lapidatemi sulla pubblica piazza…ho la 8enne malata e tengo a casa anche la 5enne sana così giocano insieme ed io sono esentata o_o …lo so,lo so non si fa…e poi io adoravo le Barbie, ci ho giocato fino a 14 anni, non vedevo l’ora di avere una bambina x ricominciare a farlo ed ora al massimo ci gioco al “Concorso di bellezza” dove Ken sceglie la più bella, ma le vesto troppo a zoccole e le mie figlie mi brontolano che così Barbie nn potrà mai fare la principessa……….ma come ho fatto a disinnamorarmi del giocare?

    Cmq ti ho scoperta oggi ma nn ti mollo più ed ora ti condivido pure su Fb
    ciao
    Erika

    • io faccio di peggio: lorenzo mette un casino della miseria e Marta fa la traslocatrice e risistema, praticamente si annullano a vicenda e io li guardo fingendo di star passando con loro tempo di qualità…
      Grazie Erika!

  12. Andrea says:

    Quando gioco a nascondino con mia figlia e tocca a me nascondermi finito di contare senti sempre: “Papo dove sei?”
    E sta ferma sinchè non le dico dove trovarmi 😄

  13. Maddai che bello un articolo tutto per te… o per il gatto, che importa?!
    Le regole del gioco sono assolutamente valide. Appenderò le regole sulla porta di casa, promesso!

  14. anna says:

    io non ne posso più nè di lego duplo nè di macchinine…ma mi sa che mi tocca ancora per moooooooolto tempo. (lo gnomo ha poco più di due anni e mezzo e pare che io sia la sua compagan di giochi preferita)… no…ma…prima o poi giocherà da solo per più di 4/5 minuti???anna

  15. Rimarrà nella storia il giorno in cui giocando col mio cuginetto treenne ai cowboy: fece finta di spararmi ed io che ero in piedi inscenai una morte meravigliosa, da premio Oscar, spatasciandomi al suolo.

    Mia madre e mia nonna saltarono su a soccorrermi pensando fossi svenuta!

    Mio cugino scioccato pensava di avermi fatta fuori sul serio.

    Si siamo una famiglia sui generis, infatti io avevo n’amica immaginaria meravigliosa… manco a farlo apposta ne ho parlato nel blog giusto l’altra sera.

  16. Io mi alzo di notte per togliere di nascosto le batterie ai giochini che mi danno sui nervi….purtroppo poi arriva la nonna e glie le rimette!!! Sigh!!!

    Ti ho trovata e ti ho letta tutta, ma tuuuuutta, rotolandomi dalle risate e mo spengo il pc che si è surriscaldato!

  17. ElleBi says:

    A casa nostra le regole che vanno per la maggiore sono la 9 e la 13 perchè mia figlia ha 14 mesi e quindi ancora non giochiamo al negozio. Ma la sera io mi spalmo sul suo tappeto, in mezzo ai giochi e lei mi salta addosso, mi colpisce con quel che capita e via dicendo…
    Quelli della Fisher Price dovrebbero aver ormai capito che oltre alle prese di corrente, pasta, riso, giornali, carta da riciclare, bottiglie di plastica vuote e chi piu ne ha piu ne metta sono molto ma molto piu divertenti dei loro giochi.

  18. no ma… dov’è l’articolo??
    devo troppo leggerlo!! e vedere bene la tua foto a figura intera, così quando ti leggo capisco chi è che parla.. ;0)
    fino a quando è in edicola?

  19. Grandissima. Non so se mai avrò figli, se avrò le tue energie per intrattenerli e la fantasia per divertirli e giocare con loro, ma nel caso, mi segno tutto. In particolare il rutto. Sento che potrebbe essere un’ancora di salvezza. 🙂

  20. Giovanna says:

    io credo di aver inventato il più stupido gioco “nascondino” esistente sulla faccia della terra. Io stavo seduta sul divano facendomi i fatti miei al portatile e le figlie dovevano passarmi davanti andando da un lato all’altro della sala. Se per io alzavo gli occhi dal computer e le vedevo muoversi avevano perso. Loro si divertivano come le matte.

  21. Elena says:

    Ti Lovvo……!!!

    Ieri una mia amica … mi chiedeva come facessi avere tutto questo entusiasmo nel cercare di reinventarmi ogni giorno e proporre situazione di gioco e divertimento sempre nuove per il mio tre-enne Gabry dopo una giornata di lavoro…..”Sai in giro tante mamme non ne hanno proprio voglia…. ” TRISTEZZA!!!… io invece che sono qui ad ammirare la tua genialità….!!!

  22. Pingback: e noi ci divertiamo così! | Mamma di Ludovica

  23. Helena says:

    In quale rivista è l’articolo? Vorrei comprarla! Sono una tua fan da un paio di mesi, da quando qualcuno ‘ti ha condivisa’ su FB 🙂

  24. Ecco, io oggi sono andata in edicola a comprare la rivista e ho capito con molta calma dopo aver scorso tre volte l’indice che forse (forse!) era giá uscito il numero nuovo! Ma non si puó avere una scansione piú grande dell’articolo? Che sono curiosissima di leggerlo!
    (ti leggo da un po’, complimenti!)

  25. Ehm. Io mi vergogno, ma lo devo chiedere: cosa cacchio è il rutto col frontino?? Ecco, l’ho detto. E magari se lo capisco la smetto di far ridere mio figlio solo in modi che prevedano mie lesioni fisiche/enfisema polmonare/dignità compromessa/abiti zozzi/ginocchia scorticate (vabbè, mi sa che col tutto col frontino la dignità non la salvo, ma il resto magari sì…).

    Ah, voglio pure io il pdf!!

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s