20 incontrovertibili indizi della presenza di un bambino in casa.

10735967_10205302834276933_915952074_n[1]

  1. La collezione di castagne matte in autunno manco fosse la tana di Cip e Ciop.
  2. Le stalattiti di caccole sotto il tavolo.
  3. Il bordo tovaglia con baci di rossetto al ragù e tovaglioli intonsi.
  4. I muri ringo boys: puliti da un metro in su, da un metro in giù marroni.
  5. I telecomandi rosicchiati.
  6. Le cover. Il numero di bambini presenti in casa è proporzionale ai numeri di strati con cui viene ricoperta la mobilia: copridivani copriletti coprimaterassi coprispigoli copriprese elettriche…
  7. Sedie e comodini fuori posto che servono come barriera notturna al letto.
  8. Tutto quello che nel tempo è sparito nel triangolo delle Bermuda è stato ritrovato nella casa dove sta un bambino, precisamente sopra l’armadio della camera da letto. Il 2% della popolazione mondiale svanita in The Leftlovers è sul mio Quattrostagioni insieme a un barbabarba di peluche, sei palle, otto aeroplanini di carta e il Cuore dell’Oceano, il diamante di Titanic.
  9. Vetri che, alitandoci sopra, rivelano un florilegio di pittogrammi aztechi.
  10. Il divano del salotto che, se spostato dal muro, fa l’effetto stancil.
  11. Oggetti elettronici senza pile, pile senza oggetti elettronici intorno.
  12. L’adesivo scrostato della Pimpa sulla testiera del letto matrimoniale.
  13. La preziosissima collezione di tubi di cartone della carta igienica (ché magari serviranno per lavoretti creativi).
  14. Il tappo della vasca da bagno nel primo cassetto della cucina.
  15. Il gatto di casa con l’alopecia e visibili segni di sindrome da stress post-traumatico.
  16. I cerotti di Hello Kitty attaccati alle gambe del tavolo.
  17. Tutte le calze (degli adulti) trasformate in antiscivolo dopo aver calpestato resti di Pongo sparsi sul pavimento di casa.
  18. Micromachines nel filtro lavatrice.
  19. La palla di Natale appesa al lampadario anche il 15 agosto.
  20. I 4 dvd di Shrek dentro la custodia di C’era una volta in America.

scarica qui https://burabacio.files.wordpress.com/2014/10/casabambini.pdf il poster della solita meravigliosa burabacio.it!

Advertisements
Standard

33 thoughts on “20 incontrovertibili indizi della presenza di un bambino in casa.

  1. Lora doula says:

    i colori a cera che trovi sotto il piede scalzo che fungono da pattini decoratori di parquet.
    i fogli disegnati che sbucano da sotto ogni mobile.
    le pentole piene di cani, gatti e altri animali pelosi.
    un broccolo di ciniglia che trovi tipo fantasma in ogni stanza, pensavi di averne uno ma vedendolo ovunque ti sposti pensi che si sia riprodotto a dismisura. a volte è stato trovato nel frigorifero…

  2. Dinosauri nel lettone
    fazzoletti di carta mezziusati dappertutto
    di tutto di più sotto i divani
    la macchina per l’aerosol attaccata alla presa di corrente più vicina alla tv, da metà settembre a fine maggio
    la bicicletta parcheggiata nel salone

  3. alessandra says:

    Oddio che bello ma allora non è solo casa mia ormai totalmente fuori controllo!!
    Le madri che si incontrano per caso descrivono solo bambini prodigio e case che neanche quelle sulle riviste sono così in ordine.
    Grazie grazie mi sento meno sola:)

  4. Elena says:

    la tastiera del letto ? miiiii….. suoni mentre dormi ? pure quello sai fare oltre che scrivere da dio ? ( da dea ) un bacio sei bravissima mi sciogli il cuore ogni volta elena

  5. La bicicletta, i monopattini, i (due) passeggini per le bambole e il triciclo posteggiati nel salone. Il tepee montato nel salone. Le luci accese in ogni stanza. Libri di favole sui comodini degli adulti. La vasca da bagno piena di spruzzini e paperelle. Un vulcano di cartapesta sotto al ripiano del bagno pronto per il prossimo esperimento con aceto, bicarbonato e colorante alimentare rosso. Una quantità di borracce e bottigliette di acqua da 50 ml nel frigo. Presenza di banane fra la frutta giornaliera. (…)

  6. Pingback: Il manifesto dei 20 incontrovertibili indizi della presenza di un bambino in casa. | burabacio

  7. Pingback: Il manifesto dei 20 incontrovertibili indizi della presenza di un bambino in casa. | Burabacio

  8. melaverde says:

    entropia è dire poco, rido le ho tutte e anche di più. ho avuto anche delle bottiglie di plastica contenenti pennarelli e mappe del tesori di pirati, il colorante alimentare rosso che ha citato prossimavolta ci ha reso la tribù dei piedi rossi per una settimana. e tutto ciò è orrendamente fantastico.

  9. ElleBi says:

    Io settimana scorsa mi sono raccomandata con la baby sitter di non gettare la castagna matta gelosamente custodita nella tasca della giacca di mia figlia. Che si sa, le castagne matte tengono lontane il raffreddore. Ma pare che questa tradizione in Francia non esista.

  10. Perchè quando accendi la tv ed è immancabilmente su Rai yoyo e simili? Oppure trovi le mollette per i panni attaccate dappertutto, hai briciole di biscotto ovunque e la cioccolata appiccicata sul divano. Quando fai la doccia, d’inverno, e ti richiudi nel tepore del bagno, poi arriva lui, spalanca la porta per dirti qualcosa a proposito di Peppa Pig o qualche gioco che vuole gli compri, e poi non richiude così tu geli uscendo dalla doccia….=_=

  11. E poi crescono e tu passi il tuo we di libertà a pulire casa da cima a fondo e quando il lunedì rientrano ti senti dire: “bene mamma, ora che FINALMENTE abbiamo una casa pulita ed in ordine cerchiamo TUTTI di mantenerla così!” O.o

  12. ehm,..altra prova incontrovertibile della presenza di bambini in casa è che ci sia un computer acceso ed una mamma che seduta dinnanzi pensa intensamente se sia meglio joomla, wordpress o blogger per aprire il suo…blog! 🙂 🙂 🙂
    Ovviamente il monitor del computer in questione presenta aloni e macchie unticcie e appiccicose di dubbia provenienza O_o

  13. Pingback: TOP OF THE POST #9 – 27 Ottobre 2014 | momfrancesca

  14. Pingback: TOP OF THE POST #9 – AMICHEMAMME | AmicheMamme

  15. Pingback: Top of the post #13: 27 ottobre 2014 | mamma girovaga

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s