Il mio errore bello.

Sono gelosa dei miei errori, li faccio in autonomia, con fantasia, non accetto mai consigli, non vorrei poi spartire le colpe con qualcuno dopo. Non sopporto i “te l’avevo detto”. Perché ti sei limitato a dirmelo? Perché non mi hai legato? Imbavagliato? Chiuso a chiave? Perché non hai usato le maniere forti? Verba volant, amico mio, error menant.

Sono gelosa dei miei errori. Li custodisco, alcuni col tempo sono diventati preziosi. Direttamente dalla mia personale collezione di errori belli:

Quelle trecento volte “non lo voglio sentire più”. E poi quando mi cercava, bastava uno squillo, ero di nuovo lì, pronta a tornare sui miei passi, in moonwalk, su un piede solo. Era un errore, ma che bello.

Credere che potesse essere per sempre.

Aprire un mutuo trentennale.

I vestiti stracciafemmina (dicesi stracciafemmina quel vestito che batte tutte le altre quando entri nella stanza) dell’adolescenza, quelli troppo stretti, troppo corti, troppo.

Le sigarette sul terrazzo le sere di primavera.

Dire ti amo, ogni volta, per prima.

Baciare io, ogni volta, per prima.

Gli errori di valutazione, per eccesso.

Infilarmi nel letto dei miei figli quando ho paura.

Aver fatto il bagno di notte, quella notte, e poi la febbre per il resto della vacanza.

Scrivere sul muro degli spogliatoi che la mia professoressa di matematica era troia, per vendicare un’amica.

Gli errori per inesperienza che fanno esperienza.

Pensare che tutto si possa aggiustare.

Dire la verità.

Credere all’Allora amici come prima.

Fidarsi della prima pessima impressione per il piacere di essere smentita.

Sono davvero io, non tu.

Quando  piangevo guardando i documentari degli animali, ogni volta che il piccolo di coniglio era predato dalla volpe. E mi disperavo e arrabbiavo con l’operatore dietro alla telecamera: Perché non sei intervenuto? Perché non hai salvato il coniglietto? Perché sono le leggi della natura, mi rispondevano i miei genitori.

È un errore bello pensare di cambiare le leggi, anche quelle di natura.

10363768_10152558463351392_1042865520405535911_n.jpg

Foto di Valentina Fontanella: https://www.facebook.com/susanita.valentinafontanella/?fref=ts

Standard

23 thoughts on “Il mio errore bello.

  1. Mi ha colpito quando hai scritto che un errore può essere quello di dire la verità. In passato pensavo non lo fosse mentre ora, dopo un’esperienza abbastanza forte, ho capito che può diventare uno degli errori più grandi se non si fa attenzione a quel che si dice… 🙂

  2. Io sono un collezionista di errori e di brutte figure.
    Mi fido troppo delle persone, sono sempre stato ingenuo ed anche credulone. Ho dunque subìto parecchie delusioni, per fortuna crescendo la mia auto-consapevolezza è cresciuta anche se la fiducia in me stesso ancora oggi è alquanto vacillante.

  3. che bello questo post che hai scritto. mi ha molto emozionato. e mi ha anche ricordato momenti di trascurabile felicità di francesco piccolo che mi è piaciuto tantissimo. insomma, sei sempre brava.

  4. wild girl says:

    il peggiore? il mutuo trentennale che ho anche dovuto rinegoziare!! e credere che potesse essere per sempre, dire sempre la verità, continuare a fare errori di valutazione in eccesso. Mi manca però la scritta sul muro: spero solo non lo abbiano mai fatto le mie alunne!

  5. Francesca says:

    Un errore bello: idealizzarLo, crederLo capace di montarti l’armadio Ikea e parlarti di Kierkegaard (magari anche nello stesso momento); crederLo comprensivo e dolce, ma anche forte e indipendete..Va beh va beh… volevo solo dire che è un errore bello perchè mentre ci credevi, mentre GLI credevi, non stavi con quello vero, ma con quello idealizzato, che era un gran figo! Potere della (mia) mente!

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s