Cosa immagina la gente normale quando una madre parla dei figli.

Le mamme si esprimono male, malissimo. Usano termini e neologismi che avrebbero effetti lassativi anche per l’Accademia della Crusca. Parlo di gine (ginecologo) parlo di bibe (biberon), bombo (acqua), bibi o bua (male), Bi e e Ba Be Bi E I Ba Be Bi Bi E O Ba Be Bi Bo Bi E U Bu Ba Be Bi Bo Bu… parlo di tutte le labiali di Bia la sfida della magia. Siamo imbarazzanti e non solo nei primi anni della creatura, anche quando i figli crescono, i biberon ingialliscono e le bue guariscono, non miglioriamo. Qui di seguito le cinque espressioni mammesche più deprecabili di sempre.

Un’abitudine particolarmente diffusa tra i genitori è quella di presentare i propri amici o conoscenti come zii. Saluta zio Paolo (il macellaio), fai ciao a zia Francesca (la panettiera), non fare arrabbiare Zio Vigile (Urbano). Io ve lo dico, i nostri figli così ci prendono tutti per tamarri milanesi e poi se crescono a “bella zio, tanta stima!”. A quel punto non ci lamentiamo.

Le mamme dicono l’età dei figli in mesi, spesso fino al compimento dei diciott’anni. In pratica fanno il conteggio del tempo in lire invece che in euro. L’effetto è sempre lo stesso: quando il numero supera i 24 mesi, non si parla più di crescita, ma di stagionatura, come dice la mia amica Irene “non avete figli voi, avete forme di Parmigiano”.

Copia di Ha28mesi.jpg

“Il mio Nano ultimamente è di cattivo umore”. Può essere fastidioso per i bambini, poi bisogna capire anche quale nano, con Cucciolo siamo bravi tutti, ma se vi capita Pietro Masolo son cazzi. Comunque per me è sempre solo il Nano di Games of Thrones.

IlMioNano.jpg

Non mi mangia. “Non ti mangio mamma, però una volta una maestra provò a sgridarmi e mangiai il suo fegato con un bel piatto di fave e del Chianti”.

NonMiMangia.jpg

Non toccare è cacca. E non c’è verso, io mi immagino proprio che il bambino giochi a tirarsi le pallette di sterco tipo le scimmie o che al parco sfidi a “ce l’hai” il mitico Shpalman di Elio e le Storie tese.

NonToccareCacca.jpg

Grazie a Paola Patrizi per le bellissime illustrazioni (il nano mi fa impazzire).

Standard

17 thoughts on “Cosa immagina la gente normale quando una madre parla dei figli.

  1. Ezzuela Zarantonello says:

    Un post divertente e che condivido appieno! Prima di diventare mamma queste cose mi facevano ridere perché assurde; ora mi fanno ridere perché incredibilmente vere!!
    Grazie!

  2. allegribriganti says:

    Ti leggo da tanto e mi fai sempre ridere o riflettere o entrambe le cose.
    Tutte cose vere. Io -giuro- cerco di controllarmi, ma un nano qui o un cacca là mi scappano. Mentre per l’età in mesi, sono pessima, non ci riesco proprio. Devo mettermi a fare i conti con le dita. I miei figli hanno sempre circa: due anni circa, o quattro anni e mezzo circa.

  3. Io sono la zia scema… Ma i miei nipoti li chiamo nani da sempre.. 😜 Adesso sarebbe ora di smettere, perché nano grande ha quasi 12 anni, porta il 40 di scarpe e fa la prima media e nano piccolo sta per compiere 7 anni.. Mai fatti i calcoli in mesi, di matematica sempre avuto 4… Gli anni sono più pratici si contano in fretta e in fretta passano..
    Sonia ( zia vecchia fa buon brodo)

  4. La Precisina says:

    Colpevole: gli zii (ho l’attenuante nel fatto che mio marito ed io siamo figli unici). I mesi (adesso nella variante “Il Precisino ha 3 anni e 3 mesi”). Innocente: il nano (io stessa sono alta poco più di un metro e 40 mentre il Precisino sta andando dietro al papà di 1.80, per cui tra qualche anno non troppo distante potrebbe restituirmi il medesimo epiteto con gli interessi…) 😀

  5. Anche a me sconcerta un po’ sentir dire ‘… ha 17 mesi….’ che, se ci pensi un po’ , potresti dire ‘ha un anno e mezzo’ e nessuno rimarrebbe sconvolto….

  6. Io sono colpevole solo del chiamare “nano” mio figlio, sul blog e a volte dal vivo. Però sto già diradando, visto che ormai ha quattro anni e protesta, giustamente!
    Le altre nefandezze, per fortuna, non le ho mai commesse!!!

  7. Io che di zii e zie ne ho avuti in abbondanza (14!) di quelli “veri” (fratelli e sorelle di mamma e babbo e rispettivi consorti) non ho mai sopportato quelli che chiamano zii gli amici di famiglia e chiunque gli passi a tiro. Appoggio in pieno 🙂
    L’età in mesi è buona per il primo anno di vita e poi ancora… è come adesso quando mi chiedono di quanti mesi sono e io continuo a non averne idea, maledetta app del cellulare che misura la gravidanza in settimane!

  8. Sacrosantissime parole! Io ho ceduto solo a bibe (x biberon), ma per il resto chiamo le cose col loro nome…una volta ho sentito dire ad una mamma, al suo bimbo di due anni “attento, che la ciliegia ha l’ossicino”. Ma io dico, perchè? Ma non puoi dire che ha il nocciolo? I bambini non sono rincoglioniti, se una cosa ha un nome ne prendono atto, punto. E comunque semmai trovo molto più difficile il concetto di osso.

  9. El_Gae says:

    “Non mi”, terribile. C’è da dire che quand’anche i genitori provino una strada alternativa, subentrano i nonni con la loro terminologia lallovintage: la “brum brum”, la “pappabuona” (che magari sono le costate fiorentine), “metti le peppe” (numero 41), ecc . Una guerra persa, insomma.

  10. Io generalmente sono in grande difficoltà con le amiche incinte che si misurano in settimane. Che se una mi dice “sono di 16 settimane ” io mica capisco se è tanta, poca o così così.

  11. SinceraMente con mia figlia ho sempre parlato normalmente dando il nome giusto alle cose, senza ba Be o bu… Poi abbiamo un lessico famigliare, ma quello è altra cosa

  12. Vogliamo parlare dei nomignoli che le blogger danno ai figli per non nominarli in prima persona nei loro post? Per non parlare delle foto vedo e non vedo perche’ giustamente i figli vanno protetti dalla rete ma l’orgoglio e’ tanto e allora vai di foto di sole mani, un piede, un quarto di faccia ecc. che secondo me sarebbe meglio niente che cosi si invogliano i voyeur ancora di piu’ e poi magari un giorno con la maggiore eta’ i figli si vendicano e denunciano per intrusione della privacy perche’ mica possono denunciare per essere stati chiamati nano a vita!

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s