Le donne dei film.

Le donne dei film hanno sempre un’amica bruttarella. L’amica più bruttarella delle donne dei film nel mondo reale sarebbe considerata una gnocca da paura. Però nel film ha i capelli raccolti e quindi niente, è bruttarella.

Le donne dei film, le simpatiche sfigate in amore, fanno comunque sesso molto più di me nei periodi di maggiore spolvero.

Le donne dei film si riposano, la sera, mettendosi i calzettoni e le maglie calde (ma le gambe sempre nude) e si accoccolano alla finestra, le ginocchia al petto, le mani a fiore strette intorno a una tazza di tisana. Io se mi siedo così, mi gelo il culo con gli spifferi.

Le donne dei film la mattina indossano la camicia di lui, quella della sera prima e preparano una colazione a base di ribes, mirtilli, cioccolata e uniposca indelebili e non si sporcano mai.

Le brave giovani donne dei film hanno sempre una mamma ex sessantottina figlia dei fiori promiscua e mignotta. A lei va sempre tutta la mia stima.

Le donne dei film, quando è la volta buona, non hanno mai il ciclo.

Le donne dei film trombano circa alla metà del secondo tempo. Quindi se fossi un uomo dei film farei in modo di arrivare verso quell’ora.

Le donne dei film si riprendono dalla delusione amorosa di inizio film entro la metà del primo tempo. Noi donne di qua dallo schermo dopo una delusione ci facciamo interminabili film, la completa saga del Signore degli Anelli di film.

Le donne dei film lasciano sull’altare gente come Patrick Dempsey (Tutta colpa dell’amore), Kevin McKidd (Un amore di testimone), James Marsden (Le pagine della nostra vita). Per scegliere uomini ancora più fighi. E noi riusciamo ugualmente a immedesimarci nelle donne dei film. E poi dicono che al mondo femminile non piaccia la fantascienza.

Le donne dei film rimbalzano a manetta John Corbett, mollato da Carrie Bradshaw e poi pure da Kate Beckinsale di Serendipity (ripiegherà successivamente per la nasona del Mio grasso grosso matrimonio greco. Un caso di Bruttarella vera, prima e dopo la cura trucco e parrucco).

Le donne dei film dicono sempre “dammi cinque minuti” prima di fare sesso con il loro uomo, consentendogli simpatiche gag nella camera da letto. In quei cinque minuti in cui lei si eclissa in bagno, lui rincoglionisce peggio di un San Bernardo in un monolocale, rompendo lampade, annusandosi le ascelle e i genitali, regredendo al livello bertuccia impazzita. Io con uno così manco una partita a briscola.

Le donne dei film non reggono nemmeno lo sciroppo per la tosse, al primo sorso di birra si trasformano in Keith Richard, biascicano, si attaccano alle gambe dei tavoli, poi stramazzano e russano. La mattina dopo, come in Memento, hanno dimenticato tutto e si sincerano di non averla data via al primo che passa. Il primo che passa è come minimo Ryan Gosling. Che comunque io mi preoccuperei di non avergliela data, non del contrario.

Le donne dei film, dopo essersi sincerate di non averla data a Gosling (fiù meno male, pant pant, sai che disastro, da andare proprio in sbattimento), la mattina appena sveglie, dopo il coma etilico, comunque Gosling se lo limonano duro. Senza nemmeno due gargarismi con lo sciroppo per la tosse.

Le donne dei film amano dire che “gli uomini passano, ma le amiche sono per sempre”. Non si spiega come mai le donne dei film abbiano tante amiche con cui comunque parlano sempre e solo (mi si perdoni la schiettezza) di cazzi.

enrica.jpg

Standard

27 thoughts on “Le donne dei film.

  1. Le donne dei film hanno sempre gambe, inguine e ascelle freschi di ceretta, eppure non vanno mai dall’estetista!
    Mai che uno di quegli uomini le dica cose tipo “ma come sei ruvida, ti sei fatta la barba alle gambe?”… ma lei non ha neppure le irritazioni lungo l’elastico delle mutande!

  2. e infatti l’unica che (fino a un certo punto) ci fa sentire più empatiche è Bridget Jones con le sue mutandone e le serate col pigiama di pile a cantare “All by myself”. Però poi arriva pure lì la fantascienza, perché ditemi se qualcuno s’è mai scazzotato per voi e che somigliasse almeno lontanamente a Colin e Hugh.

  3. Ti amo forte e duro, anzi ti asmo forte e duro.
    Soprattutto non hanno MAI il ciclo.
    In passato ogni volta che ho avuto davanti l’uomo più bello del mondo, che ci stava per giunta, arrivava in contemporanea anche il ciclo.
    Ancora oggi mi struggo…

  4. Tutte grandi verità! Le donne dei film dormono sempre con la canottiera, anche se fuori c’è un metro di neve… ma che clima hanno in casa? Me lo sono sempre chiesta!

  5. Sonia says:

    E poi fanno sesso e dormono con il trucco sempre addosso. Ma non come le povere petarde vere che si addormentano, dopo una sbronza, con il khol e il mascara e si svegliano sbavate, con le lenzuola lerce, mal di testa e le occhiaie di zio Fester. No. Trombano come ricci, dormono abbracciate al maschione di turno ( che non gira mai la schiena, come l’uomo normale, con cui si dorme culo a culo) e si svegliano perfette, guance rosse e labbra lucide.
    I film d’amore cacciano un sacco di balle, la Granculo di Cenerentola non esiste.

  6. Le donne dei film quando si svegliano, prima di indossare la di lui camicia, non solo sono perfette, ma lo baciano candidamente (e lui non si ritrae). Non soffrono di alitosi mattutina!!

  7. Oltre a tutto le donne dei film vengono pagate milioni e se anche riesci ad immedesimarti nel film, quando le vedi sulle foto dei giornali ti accorgi che c’e’ davvero un mondo parallelo e tu non ci vivi.

  8. Le donne dei film, al risveglio hanno la camicia da notte stirata, i capelli in ordine, l’alito perfetto, ed il letto in quasi perfetto ordine che puoi sistemare in 23 secondi netti.

  9. El_Gae says:

    Però in effetti se vai a letto con Gosling e neppure te lo ricordi, probabilmente ti auguri di non averlo fatto. Che sennò è come fare tredici ma dimenticarsi di giocare la schedina.

  10. paolo says:

    Oh se sapessi quanto le tue chiappe gelate mi scaldano il cuore!!!
    Forse le donne dei film sono così altrimenti non ci farebbero sognare… tutta colpa di quel diabolico meccanismo psichico che è l’identificazione, che per funzionare pretende una Barbara semplificazione della realtà, roba da teenager americana. Ma alla fine è quella polpetta che ci rende tutti pazzi per Mary!

  11. E l’ultima affermazione dimostra in pieno che difficilmente le donne dei film superano il test di Bedchel, ma in fondo a noi donne al di là d dello schermo questo non interessa, l’importante é che si limonino duro Ryan Gosling, perlomeno!

  12. Le donne dei film non hanno mai una infinita strisciata di moccio sui vestiti quando incontrano il grande amore del liceo che le ha lasciate per la amica figa.

  13. Pingback: Di mamme dei film e dintorni • Ricci&Capricci

  14. Ok, inizio dicendo che il tuo articolo mi è piaciuto molto, per diversi motivi: le tue citazioni, la tua simpatia e l’idea di paragonare la vita da principessa delle protagoniste dei film e la nostra da povere mortali ahah 🙂 Giusto ieri sera ho visto Le pagine della nostra vita, l’attore scaricato fa la stessa fine in Come d’incanto, te lo consiglio in caso non l’avessi visto! ps. se ti va passa dal mio sito mi piacerebbe un tuo parere, e se vuoi partecipa al mio sondaggio 🙂

  15. fantastica…la mia preferita è “…Noi donne di qua dallo schermo dopo una delusione ci facciamo interminabili film, la completa saga del Signore degli Anelli di film” 🙂

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s