Filastrocca dei giochi d’amore.

Tra i miti d’amore che è bene sfatare

C’è quello che lega l’amore al giocare

Conosco una coppia: ha scherzato col cuore

Ha perso la testa, ha vinto il rancore.

 

Giocarono prima a guardarsi negli occhi

Restarono zitti, sembravano allocchi

Le labbra serrate, repressi i sorrisi

Nei loro silenzi, vicini e divisi.

 

Lei disse “è una gara a chi resta più serio”

La gioia si ruppe e fu deleterio

L’umore se vuoi lo puoi riaggiustare

Se rompi la gioia la devi rifare.

 

Cambiarono gioco passando alla fune

Ma il regolamento aveva lacune

invece di tenderla poco e saltare

Lui disse “ho una corda, inizio a tirare”.

 

Si fecero male ai palmi e alle dita

La linea ferita in cui leggi la vita

Si tinse di sangue fu un gioco al massacro

La fune si ruppe e con lei l’osso sacro.

 

Trovandosi poi ad altezza selciato

Cambiò con il campo la sfida all’amato

Dipinse col gesso una settimana

Si disse “l’amore è giocare a campana”

 

I primi tre balzi lui le fu fedele

Per ogni saltello una luna di miele

Arrivò giovedì ed entrarono in crisi

la noia, gli scorni, la tristezza sui visi.

 

Finiti i feriali, finita la festa

Per una sciacquetta lui perse la testa

E il sabato sera uscì dai binari

Dal gioco di coppia fu fuori a pie’ pari

 

A farsi lasciare lei non si arrese

Si disse: “l’amore è una morra cinese”

Credeva che carta vincesse sul masso

E scrisse poemi a quel cuore di sasso.

 

Ma poi con le forbici tagliò i rami secchi

Le erbe infestanti, i rapporti ormai vecchi

Lo smacco più grande per chi ci ha piantate

È crescere in stima, dar frutti a palate.

 

E siccome sbagliando l’amore si impara

La legge non scritta al fin le fu chiara

Il verbo nel cuore si impresse col fuoco

Non era giocare ma mettersi in gioco.

foto: Officina Calze Lunghe.

12661933_10208947700268739_4459381493536002389_n.jpg

Advertisements
Standard

30 thoughts on “Filastrocca dei giochi d’amore.

  1. svea says:

    Bello, grazie per queste pillole di… realismo.
    Ci ritrovo tanto della mia storia passata, che quasi mi viene da dire “perche’ non lo hai scritto prima?!?” ma non avrei capito. Certe cose si capiscono solo se le passi con la tua pelle. E rifletterci e’ come una medicina.

  2. Pingback: Filastrocca dei giochi d’amore. «

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s