Qualsiasi cosa significhi amore.

Prima del loro fallimentare matrimonio, Diana chiese a Carlo “mi ami?” e il principe di Inghilterra rispose con la fatidica frase: “qualsiasi cosa significhi la parola amore”. I posteri l’hanno letta come una resa glaciale al corso degli eventi, una totale mancanza di trasporto e sentimento. Così è. Ma io che sono una dietrologa sentimentale, una revisionista amorosa, ho sempre pensato che “whatever love means” sia tra le più belle dichiarazioni mai pronunciate, per questo la voglio salvare, spolverare, spiegare e riabilitare.

Ti amo, qualsiasi significato tu dia alla parola amore. Così voglio amarti. Amore è nome comune, ma di cosa? Sostantivo da sostanziare. Allora prendile e accartocciale quelle tre sillabe, giocaci a fare canestro in ufficio. Ti amerò di quell’amore transitorio e divertente, che spezza la monotonia e non serve a niente. Se vuoi che la parola amore significhi ombrello, va bene uguale, si apre al bisogno, protegge dall’acqua, dal temporale. C’è il rischio di dimenticarlo, dici? Preferisci che significhi porticato? Allora che porticato sia, in muratura, col calcestruzzo tra una lettera e l’altra.

Se vuoi che sia cosa minima, quotidiana, significherà dentifricio strizzato nel modo che più di aggrada, dal basso, arrotolando il tubetto perché nulla vada sprecato, chiudendolo ogni volta. E mai si creerà in punta quel piccolo tappo di pasta rappresa, che poi ti resta in bocca e ti guasta il risveglio. Dici che le piccole cose hanno rotto i coglioni? Allora amore si prenderà dieci pagine di dizionario, per fargli spazio verranno eliminati: “A modo”, “Amorale”, “amovibile” (che tanto è filologicamente lì per farsi spodestare), anche “Amorfo”, vogliamo esagerare. Avrà un significato spropositato, che la mente non lo immagina e la lingua non lo pronuncia, tipo un cane alle prese con il mare, un bambino alle prese col paradiso o un vecchio alle prese con Dio.

Le parole ti hanno stancato? Cadrà l’AM iniziale per elisione e resteranno solo le ORE (antimeridiane) i numeri, rassicuranti, scanditi da minuti e secondi. L’amore si farà calcolare e calcolatore. Sarà ticchettio di una bomba prima di un’esplosione, di una discussione, che le bombe sono al mondo soltanto per farsi brillare, sarà i venti minuti al mattino tra la sveglia di avviso e quella definitiva, il quarto d’ora più bello dell’intera giornata se mi abbracci più forte finché scompariamo oppure, alla peggio, fin quando ci alziamo. E tu mi dici ti amo, qualsiasi cosa significhi amore, che l’amore poi arriva e non sai che vuol dire, ma sai che c’è un prima e c’è un dopo, un senza ed un con, e che “con” tutto quanto (persino gli ombrelli, la carta, i denti lavati e la sveglia) ha più significato.

foto: Susanita

64212981_10157431660406392_9125231239572226048_o.jpg

Advertisements
Standard

5 thoughts on “Qualsiasi cosa significhi amore.

  1. cavallogolooso says:

    … che poi mi piacerebbe capire dove li avete ancora questi usci con il bianco scrostato, i serramenti vecchi con la vernice così e … tutto quel tutto così. Grecia? Meridione? Città marittime? Cesenatico, ma casa vecchia del nonno?

    splendòr

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s