L’unico parto non naturale è quello che fa sentire la madre inospitale.

Tu che mi guardi dentro chissà se ti piace quello che vedi, se dormo sul fianco giusto, se hai abbastanza spazio, se il ritmo del mio cuore è di tuo gusto. Stai seduta a testa in su e di girarti non ne hai la minima intenzione. Mi hanno spiegato che possono farmi la mossa tricche tracche, appendermi come una salamella, posso convincerti a parole, cantarti una canzone, ma onestamente non mi va di romperti troppo i coglioni, se ci vorrà il cesareo, avrai le tue buone ragioni.
Sono anche stufa di questa distinzione che ci accompagna per tutta la vita, tra normale e irregolare, tra naturale e artificiale, tra spontaneo e medicale. Già dal concepimento, nel parto, nell’allattamento, con l’effetto di sviluppare un senso di colpa in chi non ha un corpo abbastanza adatto, reattivo, animale. L’unico parto non naturale è quello che fa sentire una madre sbagliata e inospitale. Quindi tu fai un po’ come ti pare.
Ho capito questo, che l’amore va lasciato respirare, non fa bene stargli addosso, a programmare e analizzare. Io invece, a parte quello per i figli, l’ho sempre messo in discussione l’amore, l’ho guardato sotto la lente, al sole, questo insetto sconosciuto, strano, con il rischio di bruciargli le ali e non farlo più volare. Non stavo affatto male a prendermi cura delle mie malinconie, a coltivare ricordi e attese, nel mio orto delle nostalgie. Però vuoi mettere adesso invece? Adesso invece sono felice. Mi viene quasi da dovermi giustificare: giuro che non ne avevo nessuna intenzione, non era nei piani, mai acquistato un manuale, a me piace la musica strappacuore.
Però se è successo a me, che non ho un briciolo di predisposizione, nessun talento per il per sempre, cioè se è successo a me, che non ho mai imparato da un errore, sono la dimostrazione che la vita fa davvero come vuole.
21765803_1466034023489789_3406307929383833600_o
Standard

13 thoughts on “L’unico parto non naturale è quello che fa sentire la madre inospitale.

  1. Non potrei essere più d’accordo! Sigari di moxa, agopuntura e la bimba è rimasta esattamente dov’era 😀 Però coi sigari si è fatta grandi balletti, credo si sia divertita. Un cesareo programmato, in fondo, ha le sue comodità e sarai oggetto di grande invidia da parte di tutte le mamme che hanno avuto un parto difficile. (Quelle che lo hanno avuto facile diranno “poverina”, ma basta raccontare loro una delle storie drammatiche che ti hanno raccontato mamme invidiose e le mamme naturali/fortunate non fiatano più!).

    • sì esatto! Marta e Lorenzo sono stati tutti e due parti naturali, facili (Marta facilissima, quasi indolore). direi che se sarà cesareo avrò semplicemente provato tutte le opzioni. un grande abbraccio

  2. IO TI AMO

    Il giorno lun 22 giu 2020 alle ore 10:12 prima o poi l’amore arriva. E t’incula. ha scritto:

    > tiasmo posted: ” Tu che mi guardi dentro chissà se ti piace quello che > vedi, se dormo sul fianco giusto, se hai abbastanza spazio, se il ritmo del > mio cuore è di tuo gusto. Stai seduta a testa in su e di girarti non ne hai > la minima intenzione. Mi hanno spiegato che” >

  3. Eva says:

    Ti penso! Ho partorito in pieno lockdown.. parto naturale sì, ma non normale, perché no, non è tanto normale partorire da confinati. In bocca al lupo, sarà bellissimo !

  4. mi piace la dolcezza stropicciata delle tue parole!
    sono venuta al mondo con il cesareo, e mia madre mi racconta sempre che il ginecologo di turno, nel dare la notizia a mia nonna, disse “mi dispiace, signora, ma anche per sua figlia Anna dovremo fare un cesareo” (nelle stesse ore nasceva mio cugino Graziano). per fortuna un bel po’ di cose son cambiate in questi 37 anni, ma su altrettante bisognerà lavorare 😀

    in bocca al lupo per questo nuovo inizio 🙂

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s