La triste fine di Uan e degli altri pupazzi anni Ottanta.

Molto prima della doppia spunta, molto prima del visualizzato della chat su facebook, c’era la letterina a Bim Bum Bam mai letta in onda. Ne mandai tante a “Licia-Paolo e Uan” (Licia era la Colò e sì il fatto che mi ricordi di lei significa che io sono vecchia, ma che lei è immortale), anche l’indirizzo Lago dei Cigni mi sembrava un po’ magico, storie di brutti anatroccoli a Milano 2, spedivo disegni, di Uan soprattutto. Che poi cos’era Uan? Il figlio illegittimo del Tenerone del Drive In? I bambini non avevano nulla da ridire sul fatto che avesse una voce da fumatore di Nazionali senza filtro e l’aspetto di un barboncino di Lady Gaga? E comunque paragonato alle felpe di Bonolis, l’outfit di Uan era del tutto credibile. A un mio compagno di classe una volta la letterina gliela mandarono in onda, aveva fatto un disegno di Holly e Benji, ma secondo me era tracopiato, aveva barato. Non si tracopia e non si rulla al calcetto, sono le basi. Io ero molto onesta, tra l’altro non volevo cantare nel coro dello Zecchino d’Oro e nemmeno andare a Piccoli Fans, avevo sogni possibili, volevo solo che Piolo mi leggesse in diretta. Poi Uan a un certo punto sparì, nessuno ne parlò più, scomparve nel nulla come il terzo fratello scemo di Richie e Joanie di Happy Days. Ma io so cosa è successo a Uan, a Dodò, a Rockfeller, e soprattutto ad Alf… ed è ora di dire basta a questa barbarie.

12527595_10208602940335268_1971937744_n.jpg

Alf, l’alieno dell’omonimo telefilm americano, è sparito negli anni Novanta, la tesi più accreditata è che sia tornato semplicemente nel suo pianeta. A un osservatore più attento non sfuggirà che proprio in quel periodo, nella televisione italiana, tornò in auge Paolo Limiti. Mi pare evidente che Alf sia stato scuoiato per farne parrucchini e tupé da abbinare a FloraDora.

12506807_10208602941175289_355447343_n.jpg

 

Rockfeller non mi piaceva, faceva tutte quelle mossette sexy col bacino, e poi mi domandavo perché non potesse comportarsi come Uan, che aveva il buon gusto di nascondere l’essere umano che lo faceva parlare sotto la scrivania. Nonostante questo trovo terribile che con le sue piume Mediaset abbia fatto abiti per la Blasi.

12511819_10208602941295292_1137277103_n.jpg

Fortunatamente il Fortunadrago della Storia infinita è stato risparmiato… tutte quelle bolle sulla schiena rendevano la sua pelliccia improponibile.

 

Un grande grazie a Paola Patrizi che mi asseconda nei miei deliri.

Advertisements
Standard

29 thoughts on “La triste fine di Uan e degli altri pupazzi anni Ottanta.

  1. Mamma Disorganizzata says:

    Anche io scrivevo lettere a Uan sperando che le mandassero in onda, poi oltre vent’anni dopo aiutando mia mamma a traslocare le ho ritrovate in uno scatolone in cantina insieme a quelle per babbo natale… Mia mamma non me le aveva mai spedite!!! Vatti a fidare!
    Comunque io parlando del povero Uan toccherei ferro… l’attore che gli dava la voce alla fine degli anni 90 passò a miglior vita così Uan nelle ultime “uscite pubbliche” fu costretto a cambiare voce e non era più riconoscibile, inoltre è stato anche oggetto di rapimento e mai più ritrovato, infatti una decina di anni fa è stato realmente rubato il pupazzo dal luogo dove veniva conservato…

  2. MammaDis says:

    Per un attimo mi sono rivista nel salotto dei miei nonni, con in mano una michetta con nutella, scaldata rigorosamente sulla fiamma, a guardare Uan in attesa dei cartoni animati!!! (e quanto mi dava sui nervi sentirlo chiamare Piolo, che già all’epoca mi sapeva di “pirla”)

  3. Marianna says:

    Caspita il terzo fratello Cunningham non me lo ricordo proprio. Però grazie per avermi ricordato Uan e il corvaccio (parlava spagnolo vero?). Però mi chiedo preoccupata: se noi, che guardavamo sì e no mezz’ora di tele al giorno, abbiamo il cervello colmo di ricordi più o meno inconsci (tipo la sigla di Trapper o il pappagallo di Baretta), sarà rimasto un po’ di spazio nel cervello dei miei figli che si sorbiscono ore e ore di tele e tablet?
    Ciao ciao Marianna

  4. El_Gae says:

    Tra l’altro non è scomparso solo Uan ma anche la seconda conduttrice di Bim bum bam, quella che ha sostituito la Colò e che ha condotto molte più edizioni. Nemmeno mi ricordo come si chiama. Dimmi tu se è giusto…

    • Manuela Blanchard: Dal 1983 insegna Shaolin Quan, Tai ji Quan e Ba duan jin medico in diversi centri e palestre. Lavora come terapeuta per il riequilibrio bioenergetico nel centro di terapie naturali Arca di Milano in équipe con medici e psicologi.

      se vuoi sei in tempo per farti riequilibrare bioenergeticamente!

      • El_Gae says:

        Non so se psicologicamente reggerei il colpo. Voglio dire: questa parlava con un pupazzo rosa 😀 😀 😀

  5. E Four, poveretto, destinato ad essere per sempre il fratello sfigato della famiglia Mediaset? Forse solo perché era maròn. Io ricordo anche con piacere Pompeo e Carlotta, più outsider, o forse solo più racchi…

  6. Per Alf propenderei anche per i capelli (veri?) di Donald Trump.

    Rockfeller lo detestavo, e per un crudele scherzo del destino una estate a Cesenatico (io avrò avuto 10 anni) passò un tipo con lo stesso pupazzo e mi fece una foto insieme, di cui mio padre comperò poi una stampa per Lire 5000.
    Mi vergogno ancora oggi.

  7. Non so come dirlo… ma Alf, nell’ultima puntata della serie (che originariamente non doveva essere l’ultima puntata definitiva, ma solo quella di stagione) veniva preso da quelli dell’FBI.
    Probabilmente avevano ideato questa cosa per creare pathos e attesa, in vista della satagione seguente.. che non ci fu, ora non so se per colpa del dannato sciopero degli sceneggiatori che all’epoca creo’ disastri, o perchè i produttori decisero di abbandonare.
    Fatto sta che il povero Alf, ‘storicamente’ è preda dei cattivissimi dell’FBI 😦

  8. Solo una precisazione.
    Dodò è vivo e lotta con noi! L’anno scorso andava all’asilo in cui insegna mia mamma a fare dei corsi di musicalità ai bambini. Ho anche ricevuto video in cui canta la sigla dell’albero azzurro (in playback) che ti stringono il cuore perché a) son passati decenni b) dodò fuori contesto che canta qualcosa di vent’anni fa e più fa un po’ l’effetto di Scialpi che canta davanti a un pubblico sparuto.

  9. Direi che se non siamo coetanei, poco ci manca, perchè io ricordo molto bene Uan, Piolo e Licia. Ed ovviamente ero malato di Holly e Benji. Ma poi, sto Lago dei Cigni sarà esistito veramente?

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s